Nella prima parte dell’ articolo avevo cercato di chiarire il diffusissimo equivoco tra metodi e sistemi, analizzando la differenza sostanziale tra i due approcci e  descrivendo la storia di due tra i metodi più famosi: Weider e Heavy Duty. 

In questa seconda parte sarà la volta di quello di McRobert e dell’ ultimo FST-7 di Rambod, nuovo pseudo-para-guru di oltreoceano.   Seconda parte

 

Vuoi continuare il BIIOSystem® con altre nuove programmazioni? 

DVD/STREAMING:  “BIIOSystem® – Le nuove schede”, con allegate 14 NUOVI TIPI DI ALLENAMENTO E STRATEGIE, GIA’ PRONTE IN PDF

Metodo Stuart McRobert

Nei primi 90’ uscì il suo libro “Brawn”, che cambiò per sempre il mondo dell’ allenamento nel mondo, una rivoluzione quasi assoluta. Solo esercizi base (mentre Mentzer usava anche esercizi di isolamento), molte volte solo uno/due serie per esercizio e frequenza media di 2 volte a settimana, senza contare che finalmente qualcuno finalmente scrisse che i campioni erano pieni di roba e quindi era inutile allenarsi come loro.

Introdusse in modo organico lo straordinario squat a 20 ripetizioni, i  microcarichi, la quadra-bar e l’ utlizzo del Power-rack e una esasperazione della chinesiologia degli esercizi come mai prima. Mi ricordo che lo lessi un giorno e compresi subito che era veramente come scriveva lui, tant’è che molti suoi concetti sono tutt’oggi capisaldi del mio BIIOSystem®.

Tuttavia non esiste una vera programmazione dell’allenamento (finito il libro non sai quasi da dove iniziare), con consigli alimentari confusionari e contradditori negli anni (prima litri di latte, poi nel libro successivo sconsigliato),  molto talebano con gli integratori, sinceramente un pò anacronistico. Insomma un metodo eccezionale, straordinario e rivoluzionario, ma il sistema alla fine non c’è.

FST-7/ Hany Rambod

Tempo fa in una discussione su facebook intervenne un folgorato, che oltre ad affermare, in maniera del tutto nuova ed imprevista, che il BIIOSystem® non funzionava, mi mise al corrente dell’esistenza del metodo definitivo per il NATURAL BODYBUILDING  e cioè nientemeno che l’FST-7 del nuovo guru americano Hany Rambod.
Ci rimasi male, perché pensavo di conoscere tutti i metodi natural al mondo e allora andai al sito di Rambod, per scoprire il nuovo santo graal dell’allenamento senza steroidi.
La prima foto che vidi è quella riprodotta qui a lato, cioè scopri che il guru “natural” Rambod allenava con lo straordinario  FST-7 il più volte  Mr. Olympia Jay Cutler e adesso anche il nuovo Phil Heat!
Comunque questo metodo si stava diffondendo tra i bombardoni (per quello non lo conoscevo!) e comunque valeva la pena sapere di che cosa si trattasse.
Il termine FST-7 stà per Fascia Stretch Training e  il sette invece rappresenta l’ultimo esercizio svolto con 7 serie.

E’ basato su due concetti chiave:

  • Stretching fasciale
  • Integrazione pre-intra-post workout

Lo stetching fasciale

Secondo Hany Rambod è fondamentale durante il Work Out, perché:

  1. è possibile allungare ed espandere le fasce muscolari e attraverso la continua idratazione e integrazione
  2. riempire le fasce stesse di sangue, macro e micronutrienti
  3. favorire cosi la crescita e il volume dei fasci muscolari stessi.
FST-7 SCHEDA TIPO
Panca piana 3/4×8-12 2′ recupero
Panca inclinata manubri 3/4×8-12 90″ recpuero
Chest press 7×10/12 30-45″ recupero
Si deve bere molta acqua per idratare maggiormente
FST-7 ALLENAMENTO COSCE
Leg Extension 3-4×8-15
Squat 4×8-12
Hack squat o Leg press 3×8-15
Leg extension o Leg press 7×8-15

FST-7 Pre-workout

Rambod consiglia un pasto solido fatto, in genere, 1 ora prima del WO, tranne per il giorno delle gambe che, per questioni metaboliche, è preferibile 90” prima.
La scelta ricade su proteine e carboidrati complessi.
Quindi come proteine:

  • pollo
  • tacchino
  • tagli di carne rossa magra
  • pesce

Come carboidrati:

  • patate
  • farina d’avena
  • riso.

Rambod consiglia inoltre di evitare carboidrati monosaccaridi, proprio per evitare crolli glicemici.
Altra cosa importante è l’assunzione di acqua, visto che è l’elemento più presente dell’organismo.

FST-7 Integratori

Pre WO:

Intra:

Post:

Insomma, una porcata simil-weider, travestita da un po’ di “scienza” in più, tesa soltanto a far vendere un certa marca di prodotti legati soprattutto al pompaggio muscolare, come arginina, beta-alanina e creatina.

In pratica si può tranquillamente dire che è il primo metodo creato appositamente per vendere integratori di una certa marca e tipo, ovviamente legati a Rambod.

Infatti, la serie finale da 7 serie, che a livello tecnico-scientifico non vuol dire assolutamente nulla, serve solo ad enfatizzare l’afflusso di sangue, stimolato dall’assunzione di tutti questi integratori che stimolano l’ossido nitrico, con un bell’effetto che dura solo il tempo dell’allenamento e che già al dopo doccia è finito.

L’ Arginina e company  sono ottimi prodotti per massa e forza, solo l’allenamento è mirato all’intensità e alla forza; con tante serie e poco peso l’unico risultato è un fallace (anche se bello a vedersi) pompaggio.
Senza contare che gli atleti che allena Rambod non sono esattamente natural e quindi per i risultati possono contare tranquillamente su qualcos’altro; meglio cosi, perché se dovessero contare solo FST-7 starebbero freschi…
In pratica ci troviamo di fronte al primo metodo al mondo studiato appositamente per far vendere (oltre che illusioni…) integratori, geniale, ma questo non vuol dire che sia una cosa bella.

L’ integrazione puà ottimizzare in modo importante la prestazione finale, ma prima ci deve essere un training mirato e un alimentazione intelligente. Un allenamento, una programmazione deve tendere a non far vendere nulla, se ottenere la massimizzazione di massa muscolare, forza e diminuizione del grasso corporeo; tutto il resto è marketing, nell’ eccezione più squallida e triste della parola.

      AMINOACIDI ESSENZIALI PER STIMOLARE GENETICAMENTE L’ mTOR E INIBIRE LA MIOSTATINA

Conclusioni

Questi sono solo alcuni dei metodi esistenti,  ma in questa sede ho voluto trattare di quelli più popolari, anche se in realtà (tolto ovviamente il Weider) non penso che raggiungano, tutti insieme, il 5% dei praticanti nel mondo.
Per ritornare al discorso sistemi-metodi, nella prima parte dell’articolo avevo scritto che quando nasce il discorso sul mio BIIOSystem®, è matematico che ci sia un ondata di persone che si affretta a dire che: “Ci sono altri metodi”, “ognuno ha il suo” ecc., ma mai nessuno che si azzardi minimamente a dire quale.

Al massimo nominano qualche metodo, come l’ HST, EDT o altro, che al limite si può fare per qualche mese, senza avere nessuna organizzazione e programmazione dell’allenamento, senza avere nessuna vera guida alimentare (se non riso/pollo), senza avere un periodo di scarico: niente di niente.

Ora, anche se è incredibile, questo fenomeno dal sapore non più psicologico, ma oramai psichiatrico, visto che è successo ancora, proprio nei commenti sotto la prima parte di questo articolo in questo stesso sito! Infatti se andate a leggere le discussioni, ci sono le solite critiche accese verso il sottoscritto e va bene; ci sono le solite critiche verso il mio sistema e va bene anche quello; agghiaccianti accuse contro lo stacco/squat del BIIO e sorvoliamo anche su questo.

 AUMENTA LA TUA FORZA IN MODO NATURALE!

 

Ma quello che è veramente assurdo è che dopo paginate di commenti, ci sono ricascati ancora, cioè ancora nessuno ha proposto un sistema (qualunque) alternativo al mio! Insomma, parafrasando Nanni Moretti:“Dite qualcosa di sinistra, anche di destra, ma dite qualcosa!”. Questo non fa altro che rafforzare la mia tesi, che le critiche verso il BIIOSystem® sono molte a volte “a prescindere” dal sistema stesso, ma da una malcelata voglia di fare bella figura con discussioni ridicole e in assoluta malafede, senza nessuna alternativa, se non l’arroganza e la presunzione.

Ma il senso di questo articolo non era assolutamente quello di mettere il risalto il mio lavoro, ma solo di far comprendere a molti lettori che certe discussioni su internet, sui forum, sui blog e su facebook, sono molte volte moderate all’insegna del falso buonismo, della democrazia e della pace universale, invece che da dati reali e scientifici.

Basta scrivere “non esiste il metodo per tutti” e la bella figura è assicurata; basta affermare che “tutto gli atleti al mondo si allenano in modo diverso” e tutti ad applaudire; basta dire “Io preferisco il metodo XYZ e mi trovo meglio” e tutti a pensare che sei un grande, uno che ha esperienza e che adesso ha capito tutto, senza pensare che quel XYZ lo puoi fare al massimo per due-tre mesi; e poi? In realtà se trovassi un sistema meglio del mio, posso assolutamente assicurare che lascerei perdere il  e farei fare subito il nuovo approccio, senza pensarci un solo secondo.

Questo perché a me, come preparatore e personal trainer, mi interessa solo ottenere il massimo dei risultati dai miei atleti e quindi sono sempre alla ricerca del pacchetto allenamento-alimentazione-integratori più avanzato possibile, che l’ abbia inventati io o un altro, non mi importa; quello che conta è la performance finale.

Per esempio, io sono per l’ infrequenza e quindi un muscolo deve essere ripetuto ogni 7-15 e più giorni per ottenere l’ optimun della supercompensazione, quindi massa e forza. In questo modo sono più di 20 anni che i miei atleti oramai di tutto il mondo (grazie alla traduzione del libro in spagnolo) ottengono risultati obiettivamente straordinari.

Ebbene, dopo diversi anni e con l’ aumentare della casistica, mi ero accorto per quasi tutti i muscoli questa infrequenza continuava ad andare perfettamente, mentre per una piccola percentuale (circa 10-15%) dei soggetti la panca orizzontale a volta stallava.

Allora ho provato ad allungare provando ad allungare il tempo di recupero della panca fino ai 15-16 giorni, oppure facendo l’esatto contrario, cioè quello che ho chiamato “micro-allenamento aggiuntivo” In pratica si tratta di fare la normale scheda BIIOSystem®  per il petto, ma ripetere questo allenamento in forma ridotta dopo 3-4 giorni, prima dell’ altra seduta successiva. In definitiva faccio eseguire la panca (sia pure per solo 2 serie) anche dopo soli 5 giorni, quindi in teoria contraria ai miei stessi “principi”; ma non ho avuto alcun problema a scriverlo, perché quello che conta sono solo e soltanto i risultati, non le teorie precostituite.

Quando ho iniziato a fare l’ istruttore,  il mio obiettivo era quello di aumentare massa muscolare senza l’ utilizzo di farmaci, per dimostrare a tutti che era possibile fare questo sport in modo pulito.

Mi girai intorno per cercare dei libri o delle riviste che parlassero di training natural: il nulla assoluto. Allora decisi di provare a studiare uno da solo e vi posso assicurare una cosa; se avessi scoperto che per aumentare massa e forza bisognava andare in palestra per 7 ore al giorno per 7 giorni a settimana, io l’ avrei scritto e consigliato senza alcun problema, senza peraltro beccarmi critiche assurde a magari essere amato, a prescidere, come tutti quelli che consigliano volumi di lavori assurdi, come quelli russi o weideriani.

Questo perché non mi interessava (e ancora è cosi) come arrivarci, ma era (ed è) l’ obiettivo finale, cioè far ottenere dai miei atleti un fisico più grosso, definito, forte e, soprattutto, sano.

          MANIPOLARE L’ mTOR E LA MIOSTATINA PER L’ IPERTROFIA, LA SALUTE E LA LONGEVITA’

Dopo anni mi sono accorto che tutto questo si poteva ottenere facendoli allenare il meno possibile, ma con un intensità elevatissima e con periodi di riposo di 7-15 giorni ogni 2-3 settimane;  ma ripeto, se avessi scoperto l’ esatto contrario lo avrei detto, scritto e riscritto. In conclusione, la scelta della programmazione, la scelta del metodo e del sistema, non deve seguire ideologie, non deve seguire chi si riempe la bocca di parole politicamente corrette, non deve seguire la pace e l’ amore, ma solo e soltanto una cosa: i risultati.

Ma quest’ ultimi non si ottengono con buttando lì quattro metodi alla rinfusa, non si ottengono allenandosi tutti i giorni seguendo training costruiti per gente radiata per doping a vita che parla in cirillico, non si ottengono andando in palestra seguendo l’allenamento di Jay Cutler letto su Flex, ma rispettando la fisiologia umana, aumentando progressivamente i carichi sul bilanciere e riposando adeguamente.

Se poi volete dare retta ai democratici ed ecumenici oratori su facebook, accomodatevi pure; del resto cosa volete che contino i vostri (magari scarsi) risultati, di fronte a una cosi “bella” discussione?!

 

Claudio Tozzi

Le informazioni contenute in questo articolo hanno fini puramente divulgativi e non intendono in alcun modo sostituire il parere dei professionisti del settore sanitario. Consultate il vostro medico prima di iniziare qualsiasi programma di esercizio o integrazione nutrizionale.
Tutti i diritti sono riservati.

Share →

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>