Guardardo “Rocky” ci siamo sempre chiesti se bere le uova crude fosse un vantaggio concreto.
Anche il famoso Vince Gironda, guru del body building anni 60-70, consigliava di assumere fino a 3 dozzine di uova crude al giorno, perchè (secondo lui) questa quantità avrebbe dato gli stessi effetti dello steroide anabolizzante Dianabol.
Ma al di la dei film e dei proclami in generale, il cibo crudo ha davvero dei vantaggi rispetto a quello cotto?
Nuovi studi ci dicono che la giusta miscela tra alimenti cucinati e non, potrebbe rivoluzionare il modo decisivo il nostro approccio nutrizionale.

Continua a leggere l’articolo:

“Mangia crudo per dimagrire, cuoci per i muscoli (parte 1)”


Nella prima parte avevamo scoperto che mangiare crudo obiettivamente predispone ad un maggiore dimagrimento, sia pure a scapito della massa magra e dello stato nutrizionale generale.
In questa sede andremo a fondo alla questione, scoprendo che ci sono oramai diversi studi scientifici che dimostrano che i cibi cotti rallentano il metabolismo e i dati sono cosi convincenti per fare tranquillamente a pezzi chi inventato la perversa teoria della caloria.

Continua a leggere l’articolo:

“Mangia crudo per dimagrire, cuoci per i muscoli (parte 2)”


Nelle prime due parti dell’ abbiamo scoperto che, sostanzialmente, i cibi crudi permettono un aumento del tasso di dimagrimento ma non sono ben assorbiti a livello proteico, mentre gli alimenti cotti hanno un tasso di assorbimento aminoacidico maggiore di circa il 50%, ma nel contempo rallentano il metabolismo. Non è chiaro però, a livello evolutivo come è stato possibile creare questa situazione, visto che l’ immaginario collettivo e anche secondo molti studiosi, il fuoco è una scoperta umana relativamente recente.

Continua a leggere l’articolo:

“Mangia crudo per dimagrire, cuoci per i muscoli (parte 3)”