Mauro_italiani_30_05_2015

 

 

 

Entrai nella palestra dove lavorava  (la Target Club a Roma)  nel 2005. Mi serviva un ufficio più grande e questo centro ne aveva uno sfitto sopra una scala a chiocciola.

Cosi conobbi Mauro Scarponi (e la gentile compagna Cristina Attili, la proprietaria,  che più tardi portai ai campionati italiani fitness), che all’ epoca aveva 35 anni, era appassionatissimo di fitness e forma fisica, dopo un passato di karateka.

Ero metodico sia nell’ allenamento, sia nell’ alimentazione, ma come quasi tutto il mondo, pensava che bisognava allenarsi tutti i giorni per ottenere risultati.

E lui questo lo prendeva ancora più alla lettera, perché si allenava non solo tutti i santissimi giorni, ma anche due volte al giorno…

Mi ricordo che gli dissi se voleva gareggiare, lui mi rispose amareggiato:

“Ma dove vado, con questo fisico sfigato, non gareggerò mai”  (o qualcosa del genere)

In effetti non aveva tutti i torti.

Era discretamente in forma, ma non era decisamente in grado di fare gare fitness, non era simmetrico, non era proporzionato tra sopra e sotto, non possedeva ne spalle ne braccia ed era senza addominali in vista: insomma aveva ragione lui.

Allora provò il BIIO e la Paleo Diet e piano piano migliorò progressivamente, allenandosi 2-3 volte a settimana.

Poi fece il mio Muscle Detox (www.mdmuscledetox.com) e per la prima volta in vita sua ebbe gli addominali in vista.

Ma la strada era ancora lunga, la base di partenza non l’ aiutava, ma era paziente e perseverante.

Finalmente dopo 7 anni riuscì a programmare una gara, ma purtroppo 3 settimane prima ebbe un incidente in moto, dove si fece malissimo ad un gamba.

Stava per rinunciare, ma testardo come un mulo, partecipò lo stesso alla gara con le stampelle (dovevate vedere le facce degli altri concorrenti durante l’ iscrizione!) e vi giuro che in tanti anni di gare non ho mai visto una cosa del genere!

Ci riprovò quindi in perfetta efficienza solo 2 anni fa, perché si era ripreso dall’ incidente.

Fece quindi i campionati italiani e questa volta arrivò quarto, un risultato ottimo per uno che in pratica era alla seconda gara.

E adesso l’ incredibile.

Quest’ anno, nel 2015, il 30 maggio a Rimini (il giorno del mio compleanno), l’ uomo che mi aveva detto che non sarebbe mai riuscito a gareggiare, è addirittura diventato campione italiano di fitness HP – 6 (cioè devi pesare massimo 6 Kg meno l’ ultime due cifre dell’ altezza in cm).

italiani_2015_rimini_

 

E in gara c’ erano ragazzi di 26 anni, cioè di quasi 20 anni meno di lui, che però si allenano tutti i giorni, per due volte al giorno con spaghetti e cheerios (cereali da colazione). Ah si perchè, dimenticavo, adesso Mauro ha 45 anni… 

Si, Scarponi ha fatto il BIIO; si, Scarponi ha fatto la Paleo Diet. Che sono davvero rivoluzionari ed efficacissimi, non c’è dubbio. Anche la consulenza per le ultime settimane dell’ ottimo Thomas Visentin è stata importante.

Tuttavia se a queste strategie si aggiungono la determinazione e la mentalità vincente che Mauro ha dimostrato in maniera strategica e inequivocabile, tutto può essere possibile.

Anche diventare campione italiano quando non pensavi nemmeno di essere in grado solamente di gareggiare.

Grazie Mauro di aver dimostrato tutto questo, sei un esempio per tutti quelli che non ci credono (e fanno male).

E questi sono facilmente riconoscibili; sono quelli che leggendo questa storia, dicono che per loro questi discorsi non valgono…

Claudio Tozzi 

 

Vuoi diventare un Personal Trainer? Vuoi Trasformare la tua Passione nel Lavoro del Futuro?  

 

[Il Corso Ufficiale sul BIIOSystem, il Primo (e più Diffuso) Sistema di Allenamento in Italia]

QUI—>http://ow.ly/XeGdj

 

aprilia_2 - Copy

 

Tagged with:  
Share →

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>